Il linguaggio dei fiori

La florigrafia, o comunemente chiamata linguaggio dei fiori, è stato ed è tuttora un modo per comunicare sentimenti e sensazioni che non possono essere espresse a parole. Il linguaggio dei fiori si è sviluppato a poco a poco in tutto il mondo anche se le origini sono sia occidentali che giapponesi. Tuttavia il passare dei secoli ha molto diminuito tale linguaggio, infatti al giorno d’oggi molte conoscenze sono andate dimenticate e si stanno riscoprendo in questi anni. Tuttavia alcune implicazioni sono rimaste nella memoria comune, come per esempio le rose rosse che indicano passione e amore travolgente. Tutti i fiori hanno quindi un determinato sentimento che li accompagna a seconda del volere comune e degli usi e costumi della società.

Come già detto l’accostamento di sentimenti e sensazioni avveniva fin dai tempi antichi, tuttavia nel Medioevo si cercava di accostare ad ogni fiore un significato di tipo morale. Fu solo nell’epoca rinascimentale che la florigrafia divenne di interesse comune e si sviluppò al massimo. Lo sviluppo fu cosi veloce e ampio che all’epoca si trovavano molte illustrazioni, incisioni, litografie e descrizione dell’utilizzo dei fiori sia sui giornali che sui libri. L’accostamento di sentimenti e moralità ad oggetti fu inventato all’incirca nel diciottesimo secolo ad opera degli inglesi insediati nell’ambasciata di Costantinopoli. Il nascituro accostamento avvenne molto facilmente con i fiori e con le piante naturali, ma meno facilmente con oggetti artificiali e di uso comune.

Lo sviluppo di questo tipo di linguaggio si diffuse molto facilmente per l’epoca, questo perchè seguirono molti libri e dizionari pubblicati in Europa, specialmente in Francia, che delineavano i vari accostamenti tra fiori e sentimenti. All’epoca questo tipo di libri ebbe una rilevanza molto importante e fortunata, specialmente perchè gli usi e costumi di quel tempo permettevano di utilizzare sempre e solo i fiori per creare delle combinazioni floreali adeguate ad ogni situazione ed evento. Al giorno d’oggi invece è poca l’attenzione della gente, rispetto una volta, al mondo dei fiori e del loro linguaggio. Tuttavia molti accostamenti sono diventati cosi comuni, che ormai non si crede neanche che ci sia un linguaggio, ma che  sia una normalità. Per riscoprire questo utile linguaggio, sfoglia il nostro sito web, con i vari sentimenti ed eventi divisi in ordine alfabetico.

Lascia un commento

Lascia un commento